Saccomanno (Lega): “Il centrodestra vince passando da 54 Sindaci eletti a 58”

Il commissario calabrese del Carroccio "Informazione superficiale e frettolosa. I dati reali dicono altro". Ma in Calabria e a Catanzaro ha prevalso "la litigiosità"

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Saccomanno con Salvini

“Si attacca la Lega ed il centrodestra per una presunta sconfitta, ma, invece, i dati dicono altro! Risulta pacifico che il centrodestra passa da 54 Sindaci eletti a 58, nel mentre il centrosinistra da 48 a 38! Se poi aggiungiamo anche il M5S il risultato non cambia da 56 a 53!”. Lo afferma Il Commissario Regionale della Lega in Calabria Giacomo Francesco Saccomanno

“Dunque chi ha perduto è il centrosinistra. Queste amministrative, -osserva il commissario leghista – però, dimostrano di come i cittadini siano lontani dalla politica e come questa non sia più credibile. La riduzione ulteriore dell’affluenza, spesso al di sotto del 40-50% dei votanti, è un indice di grande rilievo e deve far riflettere tutti”.

Per Saccomanno “non perde questa o quella coalizione, ma perdono tutti, perdono i partiti, perde la democrazia e perde la nazione. Su questo è indispensabile una profonda ed oggettiva riflessione. Ed allora tutti al lavoro, per come ha affermato Matteo Salvini, e cerchiamo di dare concrete risposte ai cittadini ed alle comunità. I problemi sono tanti: costi insopportabili per energia, famiglie ed imprese sull’orlo del fallimento, povertà in aumento, sbarchi non controllabili, ecc.

L’esponente leghista in conclusione si sofferma sulla sconfitta a Catanzaro. “In Calabria, dice, paghiamo la litigiosità di alcuni partiti, i contrasti esistenti, le scelte errate, la mancanza di vera politica e di indispensabile confronto. Una regione che potrebbe dare tanto, ma che per palesi presunzioni di pochi si mette a rischio un progetto di crescita e di sviluppo che potrebbe veramente trasformare la nostra regione. Anche qui è necessaria una profonda riflessione e, sicuramente, voltare pagina al più presto”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER