La Procura di Cosenza indaga su esclusione attivista M5s

Ugo Morelli era aspirante candidato per le elezioni del 4 marzo scorso ma non era stato incluso nelle liste delle “parlamentarie” on-line svoltesi a metà gennaio


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

tribunale di cosenzaLa Procura di Cosenza ha aperto un fascicolo contro ignoti a seguito di una denuncia presentata il 26 gennaio scorso da Ugo Morelli, attivista del Movimento 5 stelle, da aspirante candidato per le elezioni del 4 marzo scorso ma non incluso nelle liste delle “parlamentarie” on-line svoltesi a metà gennaio.

Morelli aveva subito adito le vie legali, chiedendo non solo di essere candidato, ma anche che venissero annullate le consultazioni elettorali per una presunta incostituzionalità della legge elettorale: prima a Cosenza, dove il giudice ha dichiarato la propria incompetenza territoriale, e poi a Roma, dove il ricorso è stato rigettato.

Morelli aveva anche presentato una denuncia-querela ai carabinieri, e questa ha fatto il suo iter fino alla Procura di Cosenza. Nel procedimento Morelli è parte offesa per l’ipotizzato reato di violenza privata. Del caso si occupa il pm Donatella Donato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER