Vivarium di Cassiodoro, a Cosenza un convegno per recupero monastero

Il soprintendente all'Archeologia di Cosenza Mario Pagano sul monastero di Squillace: "E' luogo dove si è conservata la cultura classica e va per questo preservato"

Carlomagno campagna Fiat 500 aprile 2019

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Stiamo lavorando a un programma di ricerca per il recupero del Vivarium di Cassiodoro, area d’interesse non solo archeologico, ma anche religioso e storico di caratura internazionale”. Lo ha detto il soprintendente all’Archeologia, belle arti e paesaggio di Cosenza Mario Pagano a margine di un incontro sul monastero di Squillace tenutosi a palazzo Valdesi di Cosenza.

L’iniziativa ha concluso il primo ciclo degli “Incontri con la Soprintendenza” promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali. Pagano ha esposto i risultati delle indagini condotte all’interno del complesso monumentale attraverso lo studio di alcuni bolli laterizi rinvenuti nell’area e analizzando il più antico codice, quello di Bamberga che illustra il monastero di Cassiodoro.

“Il Vivarium – ha detto Pagano – è luogo dove si è conservata la cultura classica e va per questo preservato: esso rappresenta il culto della vita monastica e culturale di cui Cassiodoro è elemento centrale”. (Ansa)

Chi era Cassiosoro – Flavio Magno Aurelio Cassiodoro Senatore è stato un politico, letterato e storico romano, che visse sotto il regno romano-barbarico degli Ostrogoti e successivamente sotto l’Impero Romano d’Oriente. Nacque a Scolacium nel 485 circa dove morì nel 580 circa.

Il Vivarium è stato un monastero fondato nel VI secolo da Cassiodoro nei pressi di Squillace, in Calabria. All’interno del convento Cassiodoro istituì anche un centro di studi sulla Bibbia e una biblioteca, luogo di conservazione della letteratura classica (greca e latina). Cassiodoro intese in questo modo contribuire al successo del lavoro della sua vita, ossia il tentativo di gettare ponti sulle linee di frattura culturali del sesto secolo: fra romani e goti, fra cattolici ortodossi ed i loro dominatori ariani, tra est ed ovest, fra cultura greca e cultura latina, fra cultura classico-pagana e cultura cristiana. (Wikipedia)