Dall’Est alla Sicilia con gasolio di contrabbando, due arresti

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019

Con un tir proveniente dall’est europeo e diretto in Sicilia trasportavano ventiseimila litri di gasolio di contrabbando anziché lubrificanti esausti, per come era riportato nella “bolla” di accompagnamento. Così due cittadini polacchi sono stati arrestati dalla Guardia di finanza di Montegiordano a Roseto Capo Spulico per reati inerenti il mancato pagamento delle accise sui prodotti energetici e ricettazione. Sequestrato il mezzo con tutto il carburante.

Durante i controlli, i militari hanno fermato l’autoarticolato e a richiesta gli autisti hanno esibito documentazione – rivelatasi non veritiera – redatta in lingua tedesca, relativa al trasporto di un prodotto energetico non soggetto ad accisa, nello specifico “olio lubrificante esausto”.

Insospettiti per l’assenza del pannello di pericolo arancione e per l’insolita presenza di un sigillo di sicurezza numerato sul portellone di chiusura, i militari lo hanno aperto e hanno trovato all’interno ventisei contenitori da mille litri ciascuno che non contenevano il lubrificante esausto indicato, bensì gasolio contrabbandato destinato al mercato nero. Ad esito degli accertamenti, su disposizione della procura di Castrovillari i due conducenti sono stati arrestati mentre il mezzo è stato sequestrato.