Scalea, fermato un uomo per il ferimento dell’ambulante

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

carabinieri

E’ stato fermato il presunto autore del ferimento, a colpi di pistola, di un venditore ambulante di Santa Maria del Cedro, di 30 anni, avvenuto lo scorso lunedì mentre nella cittadina era in corso il mercato.

Il fermato, che ha 50 anni e precedenti di polizia, anch’egli venditore ambulante, è accusato di tentato omicidio e porto di arma da sparo in luogo pubblico. Il ferimento sarebbe avvenuto dopo una lite tra i due ambulanti, entrambi di origine campana ma residenti in Calabria.

Il cinquantenne, dopo avere colpito l’altro alle gambe, si è dileguato mentre la persona ferita veniva trasportata in elisoccorso all’ospedale di Cosenza dove si trova tuttora ricoverata.

Alla base della lite ci sarebbero, secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri della Compagnia di Scalea coordinate dalla Procura di Paola, acredini ed invidie legate allo svolgimento delle attività commerciali e la vendetta dell’arrestato a seguito di un precedente litigio tra il ferito e un congiunto del cinquantenne.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER