Maestra “positiva” al Covid, una trentina di bambini di asilo in quarantena


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Archivio

Una trentina di bambini che frequentano un asilo nido privato di Cosenza dovranno andare in quarantena dopo che una loro maestra è risultata positiva al covid-19.

I genitori, che sono stati avvisati questo pomeriggio quando è arrivato il risultato del tampone effettuato sull’insegnante, lamentano il mancato buon senso da parte dei responsabili dell’asilo e dell’insegnante stessa per non aver atteso il risultato dell’esame a casa. L’insegnante, infatti, nonostante non avesse ancora ottenuto il risultato del tampone rinofaringeo, si è recata ugualmente sul posto di lavoro.

“Sappiamo che la legge non obbliga l’attesa del risultato in quarantena – ha spiegato un genitore visibilmente preoccupato che ha denunciato l’accaduto – ma ci aspettavamo un minimo di buon senso. L’insegnante non avrebbe dovuto recarsi sul posto di lavoro solo per coscienza e per evitare di diffondere il virus.

Noi paghiamo rette salate nella speranza di mandare i nostri figli in luoghi sicuri, ma evidentemente questo non avviene. Di certo denuncerò quanto accaduto alle autorità competenti”. Da quanto si apprende, anche i colleghi della maestra positiva nelle prossime ore si sottoporranno al tampone, ma intanto trenta bambini rimarranno a casa in via precauzionale. (Ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER