Sequestrati nel cosentino 350 kg di prodotti caseari scaduti e non tracciati

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Trecentocinquanta chili di prodotti caseari sono stati sequestrati dai carabinieri forestali di Castrovillari e Montalo Uffugo, nel corso di un controllo a largo raggio. Il primo sequestro è stato effettuato in un caseificio di San Lorenzo del Vallo.

Qui i militari hanno trovato in una cella refrigeratrice, non attiva da tempo, 34 forme di formaggio prive di tracciabilità, con presenza di muffa e in evidente stato di cattiva conservazione pertanto non idonei al consumo umano. Inoltre, in una seconda cella sono state sottoposte a verifica 228 forme di formaggio canestrato, tutte mancanti di relativa etichetta attestanti il lotto e la data di produzione e, in particolare, non registrati sulla scheda produzione giornaliera. Altri prodotti caseari sono stati trovati nel vano frigo del furgone aziendale pronti per essere immessi sul mercato con la vendita porta a porta. Il titolare dell’impresa è stato denunciato per violazione alla normativa sulla disciplina igienica della produzione e vendita delle sostanze alimentari ed i prodotti sono stati sequestrati.

Il secondo sequestro è stato effettuato a Castrovillari. In un caseificio i carabinieri hanno accertato il mancato rispetto della tracciabilità per 32 forme di Caciocavallo fresco con conseguente sequestro amministrativo della merce e una sanzione pecuniaria di 1.500 euro. Inoltre, l’impresa è stata diffidata a regolarizzare i prodotti in fase di produzione con l’apposizione di etichette attestanti il lotto e la relativa provenienza.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM