Litiga coi vicini e tenta di incendiare casa, arrestato un migrante


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Ha dato fuoco ad un materasso all’interno dell’appartamento in cui viveva, dopo avere messo in fuga i coinquilini, e si è allontanato mentre le fiamme si propagavano all’intero immobile.

Un migrante 38enne di nazionalità turca, in Italia con un permesso di soggiorno a tempo determinato e inserito nel progetto Sprar, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro con l’accusa di incendio doloso e danneggiamento aggravato.

I militari, allertati da una chiamata alla centrale operativa, sono intervenuti ed hanno avviato le indagini dalle quali è subito emerso che l’incendio nell’appartamento in cui abitava il migrante era di natura dolosa.

L’uomo responsabile dell’incendio, che era in stato di ebbrezza e che ha ammesso subito le sue responsabilità, è stato trovato nelle immediate vicinanze della casa in fiamme.

Il cittadino turco, secondo quanto è emerso dalle indagini, avrebbe anche tentato di aggredire i coinquilini.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER