E’ morto Gianni Di Marzio, scoprì Maradona e portò il Catanzaro in A e il Cosenza in B

82 anni, Di Marzio aveva avuto un'ottima carriera da allenatore e negli anni '70 portò il Catanzaro in serie A, poi allenò il Napoli scoprendo in Argentina un giovanissimo Diego Armando Maradona.

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Gianni Di Marzio

Addio a Gianni Di Marzio, ex allenatore e dirigente sportivo italiano, consulente del Palermo. L’annuncio è stato dato dal figlio Gianluca, giornalista a Sky.

Di Marzio, 82 anni, aveva avuto un’ottima carriera da allenatore e negli anni ’70 portò il Catanzaro in serie A. Nel 1977 arrivò sulla panchina del Napoli, guidato alla finale di Coppa Italia. Nel 1988 allenò il Cosenza riportandolo in serie B dopo 25 anni.

Fu proprio Di Marzio a scoprire in Argentina un giovanissimo Diego Maradona segnalandolo al presidente Corrado Ferlaino ma l’operazione non fu subito possibile a causa della chiusura delle frontiere al mercato.

“E adesso potrai finalmente allenarlo il tuo caro amato Diego – si legge nel messaggio condiviso sui social dal figlio giornalista, Gianluca Di Marzio – Sei stato un grande papà, mi hai insegnato tutto e non sarò l’unico a non dimenticarti mai”.

Guarascio: “Di Marzio ha fatto grande il calcio calabrese”

“Gianni Di Marzio fece grande il calcio calabrese e si legò a Cosenza, in una delle pagine più belle e intense della storia calcistica rossoblù.

Indimenticabile a bordo campo e negli spogliatoi: la sua verve, il suo piglio deciso e sempre umano, soprattutto la sua brillante visione di gioco sono ricordi che faranno parte per sempre del bagaglio culturale e sportivo di questa città”.

Così il presidente del Cosenza, Eugenio Guarascio, ricorda Gianni Di Marzio morto oggi all’età di 82 anni. ” La sua lunga carriera lo ha portato in templi del calcio – aggiunge Guarascio – e lo hanno visto protagonista di una gloriosa stagione di gol e bellezza, a fianco di campioni immortali come Maradona, ma Gianni Di Marzio sempre ha conservato un rapporto esclusivo con la Calabria e la sua Cosenza. In questo giorno di addii, la commozione è tanta e un pensiero carico di affetto da parte della società, della squadra e di tutto lo staff va alla famiglia di Gianni, a partire dal figlio Gianluca affermato giornalista e che dal padre ha ereditato competenza e passione sportiva”.