Playout: minacce e incitamento alla violenza, Daspo per due tifosi cosentini

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Un Daspo è stato emesso e notificato dalla Polizia ad un tifoso del Cosenza che aveva pubblicato su Facebook un post denigratorio e minaccioso dopo l’incontro di calcio Vicenza-Cosenza del 12 maggio scorso, valevole come playout per la permanenza in serie B.

Incontro nel corso del quale si è creato, rileva la Questura di Cosenza, “un clima di forte tensione tra le due tifoserie”. Al tifoso è fatto divieto di accedere, su tutto il territorio nazionale, nei
luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive di tipo calcistico per un periodo di un anno.

Nei confronti di un altro supporter rossoblu è stata emessa, invece, la misura di presentazione in Questura, 15 minuti dopo l’inizio e 15 minuti prima della fine di ogni partita che la squadra del Cosenza disputerà in casa e fuori casa.

Il tifoso, in occasione dell’incontro Cosenza-Brescia, violando le prescrizioni alle quali era già sottoposto, si era recato nei pressi dello Stadio inveendo contro i tifosi ospiti e incitandoli allo scontro, creando problemi per l’ordine pubblica, risolti dal tempestivo intervento delle forze di
Polizia.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER