‘Ndrangheta, sequestro di beni a capo “locale” di Gallicianò

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Blitz della DiaLa Dia di Reggio Calabria ha sequestrato sei immobili e disponibilità finanziarie, il cui valore complessivo è in via di quantificazione, a Giuseppe Nucera, di 71 anni, attualmente detenuto, ritenuto il capo della “locale” di ‘ndrangheta di Gallicianò, frazione di Condofuri.

Il provvedimento è stata disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Procura e della Dia reggine. Il sequestro scaturisce da indagini svolte sull’intero patrimonio di Nucera. Gli accertamenti effettuati hanno consentito di acclarare, infatti, una netta sproporzione tra i redditi dichiarati dal settantunenne e gli investimenti effettuati.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Nucera allo stato sta scontando delle condanne per associazione di stampo mafioso. Il sequestro ha riguardato sei unità immobiliari a Reggio Calabria, in contrada Boschicello, e disponibilità finanziarie.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM