Money gate, i Cosentino dai domiciliari all’obbligo di dimora


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Giuseppe Cosentino
Giuseppe Cosentino

PALMI (REGGIO CALABRIA) – Sono tornati liberi l’ex presidente del Catanzaro calcio, Giuseppe Cosentino, e la figlia Ambra. Il gip di Palmi ha accolto infatti l’istanza di revoca degli arresti domiciliari per i due indagati, arrestati il 29 maggio scorso nell’ambito dell’inchiesta “Money gate”.

Il giudice, accogliendo la richiesta degli avvocati Sabrina Rondinelli e Domenico Infantino, ha disposto per Cosentino e per la figlia l’obbligo di dimora a Cinquefrondi (Reggio Calabria). Giuseppe Cosentino è accusato di appropriazione indebita e di reati tributari, mentre alla figlia viene contestato il reato di riciclaggio.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER