Dopo un furto all’Ipercoop minacciano i carabinieri, arrestati

Carlomagno campagna ottobre 2018
Da sinistra Abdelaziz Kandila, Adil Quazari e El-Mostafa Kandila
Da sinistra Abdelaziz Kandila, Adil Quazari e El-Mostafa Kandila

Tre marocchini sono stati arrestati dai carabinieri di Reggio Calabria con l’accusa di furto aggravato, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di Abdelaziz Kandila, di 30 anni, El-Mostafa Kandila, (28) e Adil Ouazari, (33), tutti con precedenti per reati predatori e in città senza fissa dimora.

Nella tarda serata di ieri è giunta presso il 112 una richiesta di intervento da parte degli addetti della vigilanza del centro commerciale “Ipercoop”, i quali avevano fermato Abdelaziz Kandila, dopo averlo sorpreso a rubare oggetti dagli scaffali.

Accompagnato all’interno dell’ufficio di sicurezza dall’addetto  e dal direttore del supermercato, il magrebino, visibilmente alticcio, alla richiesta di fornire le proprie generalità si è scagliato contro il personale del market e contro i militari dell’Arma, lanciando vari oggetti, anche aiutato dai due connazionali sopraggiunti all’interno dell’ufficio con l’intento di far scappare  Abdelaziz Kandila. I tre, in evidente stato di alterazione, sono stati bloccati grazie all’arrivo di ulteriori gazzelle, inviate a supporto dei colleghi.

Abdelaziz Kandila, terminate le formalità di rito è stato trattenuto in stato d’arresto presso la camera di sicurezza della caserma, mentre El-Mostafa Kandila e Adil Ouazari, sono stati tradotti nella casa circondariale di Arghillà a disposizione dell’autorità giudiziaria.