Aggrediscono e rapinano reggino, in cella due immigrati

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

I carabinieri della Stazione di Reggio Calabria Principale hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza del gip su richiesta della Procura, Sangare Bangali, di 28 anni, ivoriano con precedenti, già detenuto per altra causa, e Mohamed Bashir Diallo (22), originario della Guinea, incensurato, senza fissa dimora, con l’accusa di rapina e lesioni.

I provvedimenti sono giunti a conclusione di indagini avviate dopo la denuncia presentata nel marzo scorso da un 48enne reggino che ha denunciato di essere stato aggredito da due uomini mentre si trovava vicino ad un negozio di distributori automatici del centro storico e di essere stato rapinato del telefono cellulare e di alcune banconote.

L’uomo riportò alcune fratture ossee e lesioni lacero-contuse ritenute guaribili in 25 giorni. Ai due arrestati, i carabinieri sono giunti grazie ai filmati del sistema di videosorveglianza del posto oltre alla conoscenza diretta di Bangali. I due sono stati associati presso il carcere Arghillà.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER