Evasione fiscale, sequestrati beni per 900mila euro a un imprenditore

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

I finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria stanno eseguendo un decreto di sequestro preventivo di somme di denaro, beni mobili e immobili fino a un valore corrispondente a circa 900 mila euro, emesso nell’ambito di una indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Palmi per reati fiscali.

I provvedimenti scaturiscono da complesse investigazioni che, a seguito di una verifica fiscale, mediante la ricostruzione dei flussi finanziari, strumento efficace e alla base di ogni attività del Corpo, hanno portato alla luce una rilevante evasione perpetrata nell’esercizio dell’attività di autotrasporto di merci.

L’evasione constatata dalle Fiamme Gialle, si tratta di Irpef relativa agli anni di imposta 2016, 2017 e 2018, determinerebbe il superamento delle soglie di punibilità previste per la rilevanza penale della dichiarazione infedele, fatti salvi ulteriori approfondimenti che saranno eseguiti, anche in favore dell’indagato, nel corso del procedimento, che attualmente pende nella fase delle indagini preliminari, e la conferma delle ipotesi investigative sinora formulate negli eventuali successivi gradi di giudizio.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER