Sbarchi, 942 migranti in Calabria tra cui 16 cadaveri. Si cercano scafisti

Uno venerdì a Reggio, l'altro sabato mattina a Vibo Valentia sulla nave irlandese James Joice

Sbarchi, 942 migranti in CalabriaSono 942 i migranti sbarcati in Calabria tra venerdì e sabato nei porti di Reggio Calabria e Vibo Valentia. La nave della Marina militare irlandese “James Joyce”, con a bordo 606 migranti, è attraccata oggi. I migranti provenienti da diversi Paesi dell’Africa subsahariana. Insieme ai sopravvissuti, a bordo dell’unità militare, ci sono 16 salme di profughi morti durante la traversata del Canale di Sicilia.

Le salme verranno sbarcate per ultime. I decessi, in base a quanto si è potuto apprendere, sarebbero stati causati da ustioni ed esalazioni di idrocarburi. Non è escluso che venga avviata un’inchiesta sulle cause della morte dei 16 migranti, con conseguente disposizione dell’esame autoptico.

Le operazioni di sbarco dei migranti subito iniziate sono coordinate Prefettura e dalla Questura di Vibo Valentia. Gli investigatori avrebbero anche individuato alcuni scafisti alla guida del barcone poi intercettato dalla nave militare irlandese. Per riscontrare il dato, però, sono necessarie le testimonianze dei migranti che saranno acquisite in giornata.

336 IMMIGRATI SBARCANO A REGGIO CALABRIA – E’ giunta invece venerdì nel porto di Reggio Calabria la nave “Phoenix” con a bordo 366 migranti. Le condizioni sanitarie riscontrate dai medici di frontiera del Ministero della Salute, sono tutto sommato buone.

Solo qualche caso di scabbia che viene curato e risolto immediatamente allo sbarco. Diverse le nazionalità di provenienza dei profughi, in maggioranza sub sahariani. La “Phoenix” è un ex vascello di ricerca scientifica acquistato da un facoltoso americano, Christopher Catrambine, sposata con Regina, originaria di Reggio Calabria. Insieme hanno deciso di dedicare la loro vita per salvare vite umane nel Mediterraneo.

I minori non accompagnati sono 56, 8 quelli accompagnati. “Molto probabilmente resteranno a Reggio – hanno spiegato dalla Prefettura di Reggio, che sta coordinando le operazioni di prima accoglienza -. Andranno sicuramente nel centro di accoglienza dove sono già ospitati altri 340 minori, protagonisti, nei giorni scorsi di una dura protesta per le condizioni in cui vengono tenuti”.

Condividi

Rispondi