Emergenza incendi in Calabria, grave situazione a Cosenza. Caccia ai piromani

incendiSituazione ancora drammatica nel Cosentino per quanto riguarda gli incendi. A seguito dell’incendio di Rose, centro assediato dalle fiamme da settimane, che poi si è propagato anche nel territorio di Castiglione Cosentino, è stata evacuata una clinica per lungodegenti. “E’ una vera guerriglia, quella che stiamo subendo – dice Mario Bria, sindaco di Rose – e abbiamo bisogno di mezzi straordinari da parte del governo. E’ una vera guerra e lo Stato sta dimostrando di non saper rispondere”.

Il sindaco conferma di aver avuto anche l’aiuto dell’Esercito nella giornata di ieri. Domenica i roghi più vasti hanno interessato San Fili e Rose. A San Fili, il fuoco sembrerebbe sotto controllo, ma ha destato preoccupazione per tutta la notte. Al momento c’è in azione anche un canadair, oltre alle squadre dei vigili del fuoco a terra. Distrutte dalle fiamme anche alcune masserie.

Per fortuna non si sono registrati feriti. A Rose, le fiamme sono arrivate a lambire il centro abitato e perfino la casa comunale. Diverse abitazioni sono state evacuate. Anche oggi sul posto sono in azione diverse squadre dei vigili del fuoco, protezione civile e Calabria verde, oltre a due elicotteri.

Solo stamane è stata riaperta la strada statale 107 Silana-Crotonese, chiusa ieri pomeriggio all’altezza di San Fili, dove si è registrato un vasto incendio che, partito dal territorio di San Vincenzo la Costa, ha interessato poi centinaia di ettari di terreno agricolo e boscato. Oggi sono già almeno una quindicina i roghi attivi nella provincia di Cosenza. I più gravi sono a Rende, Castiglione Cosentino, Rose e Carolei. Segnalati incendi anche nel Pollino, nei territori di Orsomarso e Saracena.

Intanto, la Protezione Civile regionale segnala oggi 46 roghi in tutta la Calabria. Il fronte del fuoco attraversa tutta la regione. Oltre Cosenza, le fiamme stanno interessando le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria.

Domenica il presidente della Regione, Mario Oliverio, ha reso noto di aver avuto un colloquio telefonico con il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, chiedendo l’intervento dell’Esercito a supporto del dispositivo antincendio. Il governatore ha anche chiesto l’invio di altri aerei da parte della Protezione Civile nazionale.

Nella mattinata di lunedi Oliverio ha partecipato ad un vertice nella Prefettura di Cosenza, considerata l’ultima gravissima emergenza registrata nei comuni di Rose e Luzzi. I mezzi aerei sono entrati in azione, oggi, a Orsomarso ed a Guardavalle con due elicotteri chiamati a domare le fiamme, mentre le squadre di terra sono attive in tutte le aree.

Forze dell’ordine sono impegnate in indagini complesse per risalire ai piromani che stanno incendiando ettari e ettari di bosco in Calabria. Sui social utenti scatenati contro la regione che avrebbe messo a bando misure a fondo perduto per risanare le aree interessate dagli incendi.