Berlusconi fa proseliti in Calabria, consiglieri in fuga verso Forza Italia

Carlomagno campagna Giulietta Aprile 2018
Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

“Seguiremo, con quella convinzione che ancora una volta giunge dal confronto, dal consenso e dal sostegno dei cittadini, la scelta responsabile assunta nelle ultime ore dal Sen. Antonio Gentile di dare sostegno a Forza Italia. Sappiamo che questa scelta, assunta – ribadiamo – con convinzione e responsabilità, sia la più giusta e coerente con le istanze della gente, soprattutto alla luce delle dinamiche politiche che stanno interessando il Paese e, nel particolare, la nostra regione. Con orgoglio, inoltre, accogliamo anche le dichiarazioni del presidente Silvio Berlusconi che nelle sue parole di sincero apprezzamento verso l’operato e la persona del Sen. Gentile, ha messo un punto fermo sul ruolo essenziale e strategico dell’area moderata e civica nelle future dinamiche politiche di Forza Italia.

È quanto dichiara il vice presidente del Consiglio regionale della Calabria, Pino Gentile (fratello di Tonino), congiuntamente ai consiglieri Giovanni Arruzzolo, Sinibaldo Esposito, Nazzareno Salerno e, insieme a loro, anche il Presidente del movimento nazionale Il Coraggio di Cambiare l’Italia, già segretario questore del Consiglio regionale, Giuseppe Graziano.

Quella del fraterno amico Antonio Gentile – prosegue il comunicato dei consiglieri calabresi – è stata una scelta lucida e di coraggio, nata dal confronto con la gente, e che osa verso nuovi orizzonti politici che ci attendiamo assumano contorni decisi in vista delle prossime importanti sfide che attendono il Paese e maggiormente la Calabria”.

“Senza dubbio va dato merito e valore all’azione compiuta dal senatore che, dopo aver tentato in tutti i modi di ricucire e ricompattare la casa dei moderati, ha trovato il pieno sostegno di Forza Italia e particolarmente del presidente Silvio Berlusconi. Che, a questo punto, ci attendiamo, lo voglia tra i ranghi del partito, consapevole dell’apporto in termini di valori, idee e consensi, che senza dubbio Gentile potrà offrire nel Meridione”.

“Questo anche con la fondata consapevolezza che Forza Italia in Calabria adesso, in una convergenza tra uomini leali e corretti, può ambire a diventare la prima ed indiscussa forza politica. Dal canto nostro – concludono – già a partire dalle prossime consultazioni politiche di domenica 4 marzo, daremo dimostrazione della nostra coerenza, garantendo pieno sostegno alle idee e ai programmi proposti da FI e soprattutto dal presidente Berlusconi.