‘Ndrangheta, arrestato un latitante ricercato dallo scorso anno

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

I Carabinieri del reparto anticrimine di Catanzaro, del Nucleo investigativo del comando provinciale e dei Cacciatori di Calabria, hanno arrestato ieri sera, a Monasterace, nel reggino, il latitante 61enne Cosmo Leotta, considerato elemento di spicco della cosca Gallace, radicata a Guardavalle e con articolazioni nel Lazio.

Leotta, ricercato dal 25 novembre 2020, è gravato da un’ordine di carcerazione per esecuzione della pena di 10 anni di reclusione per associazione di tipo mafioso. La condanna è scaturita dall’indagine “Appia” condotta, tra fine anni ’90 e gli anni 2003-04, dai Carabinieri del Ros e riguardante la presenza di elementi organici alla ‘ndrangheta calabrese, riconducibili alla suddetta cosca, radicatisi tra i comuni romani di Anzio e Nettuno.

Leotta si trovava all’interno di una abitazione in uso a una donna extracomunitaria, che è stata denunciata a piede libero per il reato di favoreggiamento personale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER