Prescrizione abusiva di farmaci psicotropi. Sospesi 6 medici

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Prescrizione abusiva di farmaci psicotropi. Sospesi 6 mediciI carabinieri hanno eseguito venerdì 13 maggio delle misure interdittive a carico dei 6 medici di base, tutti di Bisignano, che sono stati coinvolti, il 5 maggio scorso, nell’operazione “Fentanil”, riguardante un presunto “spaccio non convenzionale”, ovvero la prescrizione abusiva di farmaci psicotropi, che finivano a tossicodipendenti o addirittura venivano rivenduti.

Nell’operazione furono arrestati il pregiudicato Stefano Natalizio, 53 anni, responsabile anche di un’estorsione, e Tancredo Ferraro, 38 anni, che, a seguito di una perquisizione, era stato trovato in possesso di munizioni da guerra.

I farmaci al centro della truffa sono indicati nel trattamento del dolore cronico da cancro, ma venivano prescritti a non aventi diritto e poi spacciati come sostitutivi delle sostanze stupefacenti.

I sei medici indagati, che avevano già subito sequestri preventivi per un totale di più di 130.000 euro, per ripagare il danno causato, risultano adesso sospesi dall’esercizio di pubblico ufficio di medico convenzionato con il Servizio Sanitario nazionale e hanno il divieto di esercitare la professione di medico chirurgo per tre mesi. Si tratta di R.U., 61 anni, C.F., 62 anni, G.D., 59 anni, S.T., 58 anni, C.F.A., 65 anni, e R.F., 56 anni.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER