Sorpresi a spendere soldi falsi, in carcere due Cosentini

Carlomagno campagna Nuovo Stelvio 10 Maggio 2018

soldi falsiDue Cosentini con precedenti, Giovanni Riforma di 32 anni e Francesco Merli (69), originari di Corigliano Calabro, sono stati arrestati a Cinquefrondi dai carabinieri della locale stazione e dei colleghi di Polistena sorpresi in flagranza del reato di spendita e introduzione di monete falsificate.

La ricerca è partita dalla segnalazione di un commerciante del posto, nel negozio del quale, poco prima, i due avevano speso delle banconote false dal valore di 100 euro.

I militari, appresa la notizia ed ottenuta una sommaria descrizione dei due, hanno attivato ricerche e dopo una perlustrazione per le strade dei comuni di Polistena e Cinquefrondi sono riusciti ad individuare la Lancia Delta di colore nero con a bordo Riforma e Merli.

Alla vista dei militari i due hanno tentato di darsi alla fuga nelle vie cittadine ma sono stati subito bloccati. Dopo una perquisizione i militari dell’Arma hanno trovato ulteriori banconote contraffatte, nascoste nell’autovettura e all’interno di una scarpa di Merli.

Giovanni Riforma e Francesco Merli, dichiarati in stato d’arresto, sono stati rinchiusi nel carcere di Palmi a disposizione dell’autorità giudiziaria.