Il Codacons: “l’A2 è ai confini della civiltà”

Francesco Di Lieto: "A poco più di un anno dalla pomposa inaugurazione, l'Autostrada si presenta come una delle arterie più dissestate d'Italia".

Carlomagno Faro istituzionale
Deviazioni Autostrada A2 del Mediterraneo
Lavori in corso sull’A2 del Mediterraneo

Il Codacons, in una nota, riferisce delle “condizioni di scarsa sicurezza che caratterizzano l’autostrada Salerno-Reggio Calabria, tra cantieri, deviazioni, buche e rattoppi. Un’autostrada ai confini della civiltà. A poco più di un anno dalla pomposa inaugurazione, l’A2 si presenta come una delle arterie più dissestate d’Italia”.

“Soltanto nei 60 chilometri da Lamezia Terme a Cosenza – afferma il vicepresidente dell’associazione dei consumatori, Francesco Di Lieto – abbiamo documentato ben sei deviazioni, con due pericolosissimi e lunghi tratti a doppio senso di marcia”.

“Ad acuire la pericolosità del tratto calabrese dell’A2 vi sono anche le condizioni in cui versano numerose gallerie, poco o per nulla illuminate”. Il Codacons ha anche presentato un esposto alla Procura di Catanzaro “perché venga fatta luce sugli inaccettabili ritardi e sulle responsabilità per le condizioni in cui versa la A2. Condizioni tali da mettere a rischio la vita dei tantissimi utenti che ogni giorno la percorrono”.