E’ morto il tassista accoltellato a Cosenza. Disposta l’autopsia. Indagini


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

E’ morto Antonio Dodaro, il tassista 53enne che aveva denunciato di essere stato accoltellato da un cliente di colore il 7 gennaio scorso, in Viale della Repubblica a Cosenza.

Dodaro, la sera del ferimento, si era recato personalmente con la propria automobile presso il Pronto soccorso dell’ospedale Annunziata e, dopo essere stato medicato, era stato dimesso. L’uomo sarebbe deceduto nella sua abitazione dopo quasi una settimana dai fatti.

A detta sempre del tassista, il responsabile, dopo averlo accoltellato alla gola e all’addome, si era allontanato rendendosi irreperibile. Pare che l’aggressione sia stata originata dal prezzo pattuito di 10 euro che il cliente non avrebbe inteso pagare.

Sul racconto dei fatti fornito da Dodaro sono in corso adesso gli accertamenti da parte della Squadra mobile della Questura di Cosenza. Da quanto si apprende, gli agenti starebbero esaminando il referto ospedaliero.

Non è escluso, secondo quanto è emerso dalle prime indagini, che la morte di Dodaro sia stata determinata per cause collegate all’aggressione. La Procura della Repubblica di Cosenza ha disposto l’autopsia per fugare ogni dubbio sulle cause della morte del tassista.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM