Forte ondata di maltempo in Calabria, oltre mezzo metro di neve sui rilievi

Piogge e rovesci temporaleschi, grandine e forte vento hanno causato danni e diversi disagi. Sulle coste sono in corso imponenti mareggiate, sia sul Tirreno che sullo Jonio

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

mareggiata

Calabria nella morsa del maltempo, con piogge e rovesci temporaleschi, grandine e forte vento che ha causato danni e diversi disagi. Sulle coste sono in corso imponenti mareggiate, sia sul Tirreno che sullo Jonio. Oltre mezzo metro di neve in Sila e sul Pollino dove nella notte due gruppi di escursionisti sono stati soccorsi e messi in salvo.

Nevica da ore su principali rilievi della Calabria, dove le temperature in alcune località montane sono scese anche al di sotto dello zero. Temperature in picchiata anche a bassa quota.

Dal Pollino alla Sila, grande e piccola, dalle Serre all’Aspromonte nella notte si registrano intense precipitazioni nevose che non hanno risparmiato anche i comuni della zona pedemontana fino a 700-800 metri di altezza.

Pioggia mista a neve anche sulla zona nord di Catanzaro mentre molti dei comuni della Presila sono imbiancati. Sulla statale 106, nel capoluogo, probabilmente a causa della pioggia e del manto stradale viscido si è verificato un brutto incidente stradale che ha provocato due feriti gravi.

Vento forte e mare molto mosso sulle coste del Tirreno, in particolare nella zona del cosentino, dove alcuni sindaci, alla luce delle allerte lanciate nelle scorse ore, hanno deciso di chiudere il lungomare.

I provvedimenti sono stati adottati a Paola e Fuscaldo. Anche a Diamante si è provveduto a limitare il transito in alcune zone della cittadina. Agitato anche parte del bacino ionico, nel crotonese.

Sul resto della regione, soprattutto nella parte centrosettentrionale, piove dalla notte ma non sono mancate delle schiarite. Dalla Protezione civile regionale non si segnalano, al momento, situazioni di particolare problematicità.

La neve caduta nelle principali località montane fa bene sperare amanti degli sport invernali e operatori turistici di Camigliatello, Lorica e Villaggio Palumbo in vista dell’apertura degli impianti dopo un mese di dicembre piuttosto asciutto e avaro di precipitazioni. Analoga situazione riguarderà anche le piste di Gambarie d’Aspromonte.

Nel vibonese il forte vento ha sradicato alcuni alberi che sono caduti sulle carreggiate di alcune strade. I Vigili del fuoco sono al lavoro per rimuoverli.