“Far west” a Capodanno: individuati gli autori grazie a un video circolato su WhatsApp


Hanno festeggiato il Capodanno a Cutro esplodendo colpi di fucile ma fortunatamente senza colpire nessuno. Uno di loro aveva anche ripreso la scena in un video poi fatto circolare su WhatsApp.
Protagonisti un cinquantenne, due suoi figli e un loro amico poco più che ventenni. A distanza di qualche settimana i carabinieri di Cutro hanno individuato la casa e gli autori del pericoloso gesto denunciandoli alla procura di Crotone per esplosioni pericolose ed omessa custodia di armi, che erano regolarmente detenute dall’uomo.

I militari nei giorni seguenti ai festeggiamenti di capodanno, erano venuti in possesso di un video che circolava sui social dove alcuni giovani del posto venivano ripresi a festeggiare lo scoccare della mezzanotte esplodendo dei colpi di fucile dal balcone della loro abitazione nel centro cittadino.

Gli autori di questo assurdo e pericolosissimo modo di festeggiare sono stati identificati attraverso l’analisi del video. Si tratta di un cinquantenne, titolare del titolo di polizia per la detenzione di armi, dei suoi due figli e di un loro amico, tutti poco più che ventenni, che hanno pensato di festeggiare il nuovo anno nel peggiore dei modi.

Gli stessi, infatti, schierandosi sul balcone e imbracciando ognuno un fucile, dopo aver ricevuto il “via”, hanno esploso numerosi colpi in direzione delle vicine abitazioni, fortunatamente senza provocare vittime.

La scena è stata registrata da loro stessi, poi divulgata sui social, sino a quando è giunta nella disponibilità dei carabinieri che hanno immediatamente avviato le indagini, individuando l’abitazione e conseguentemente i responsabili. Al termine degli accertamenti, i carabinieri di Cutro hanno anche sequestrato preventivamente tutte le armi di cui era titolare il 50enne, ossia i 4 fucili, una pistola e complessivamente 389 cartucce. I quattro sono stati quindi deferiti.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb