Il portiere del Crotone Alex Cordaz ingaggiato dall’Inter


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Alex Cordaz

“Vado all’Inter per imparare e crescere per essere pronto al futuro che spero sia a Crotone”. Lo ha detto Alex Cordaz, portiere e capitano del Crotone, che ha spiegato, tra le lacrime di commozione, la sua decisione di giocare con l’Inter nella prossima stagione calcistica dopo sette campionati con il Crotone di cui tre in Serie A e due vittorie del torneo di Serie B. Il calciatore è stato ceduto dal Crotone a titolo definitivo ed ha firmato un anno di contratto con i nerazzurri.

“E’ stato un fulmine a ciel sereno – spiega Cordaz -. C’erano state tante altre proposte che avevo rifiutato perché stavamo pensando a riprendere ed essere protagonisti in Serie B. Ma l’Inter era una cosa diversa. E’ la squadra che mi ha messo al mondo nel calcio. Così sono andato dal presidente a chiedere consiglio. E’ stato lui a decidere per me. Lo ha fatto per me. A 38 anni è il modo più prestigioso per dirsi arrivederci”.

Anche il presidente Gianni Vrenna non ha trattenuto l’emozione: “Alex è come un figlio. L’ho voluto io a Crotone e in questi anni ha dimostrato tutto il bene e l’attaccamento che ha per Crotone. Spero possa tornare in ruolo diverso da calciatore. Ho lasciato che Alex coronasse il suo sogno perché non posso decidere della vita di un calciatore. E poi per noi è anche motivo di orgoglio avere il nostro Cordaz con l’Inter”.

Cordaz ha anche parlato della prossima avventura in nerazzurro (il suo ingaggio è stato ufficializzato proprio oggi dall’Inter) e del futuro da dirigente a Crotone: “Io sono felicissimo come un bambino, anche se c’è un po’ di amarezza nel dover lasciare Crotone. Se pensassi a futuro da dirigente smetterei subito. Ora ho tanta voglia di allenamento e di giocare. Poi vedremo. Posso dire che Crotone è impegno di vita ed ho voglia di lavorare qui nel futuro. Non so come e quando. Ma voglio farlo”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM