Ruba nei cantieri nello scalo di Villa, arrestato dipendente cooperativa

Carlomagno Faro istituzionale

Ruba nei cantieri nello scalo di Villa, arrestato da Polfer dipendente cooperativaUn dipendente di una cooperativa che opera presso lo scalo marittimo di Villa San Giovanni, G.F.S., di 45 anni, con precedenti per droga, è stato arrestato dalla Polizia ferroviaria poiché sorpreso in fragranza del reato di furto aggravato.

A seguito di una serie di denunce presentate dai responsabili di alcuni cantieri aperti nell’area ferroviaria, che lamentavano la sparizione di materiale edile durante la notte, i poliziotti, in prima battuta, procedevano al monitoraggio delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza della Stazione, riuscendo ad individuare un soggetto che, intorno alle ore 2 del 5 maggio scorso, con fare sospetto, faceva la spola dal molo ad un’autovettura parcheggiata all’esterno dello scalo, con in mano dei sacchi neri utilizzati normalmente per i rifiuti.

Approfonditi i controlli disposti, con appostamenti, dal Comandante della Polfer, l’uomo è ricomparso alla stessa ora stanotte sempre con dei sacchi che stava caricando in auto. I poliziotti sono quindi intervenuti e perlustrando nei sacchi hanno notato alcune tavole in legno per carpenteria, appena sottratte da un cantiere e che l’uomo in questione era il dipendente di una cooperativa che opera nello scalo marittimo. Pertanto l’uomo è finito in manette.

Secondo quanto riferito dalla Questura reggina, l’uomo approfittando del turno di notte, convinto di poter agire indisturbato, si aggirava nello scalo, rifornendosi di materiale presso i vari cantieri. Nel corso della perquisizione domiciliare, infatti, sono stati recuperati anche alcuni barattoli di vernice, provento di furto. Nel processo per direttissima il giudice ha convalidato l’arresto disponendo la messa in libertà dell’indagato.