Riscascita-scott, torna in libertà l’ex sindaco di Pizzo

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Gianluca Callipo

A quasi sette mesi esatti dall’arresto, avvenuto il 19 dicembre scorso nell’ambito dell’operazione Rinascita-Scott, Gianluca Callipo, ex sindaco di Pizzo, torna in libertà. La sesta sezione della Corte di Cassazione ha infatti annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere accogliendo il ricorso presentato dai suoi avvocati, Armando e Clara Veneto e Vincenzo Trungadi.

Il procuratore generale aveva chiesto l’annullamento con rinvio al Tribunale del riesame di Catanzaro del provvedimento cautelare emesso dal Gip per entrambe le ipotesi di reato a carico di Callipo, concorso esterno in associazione mafiosa e abuso d’ufficio, ma i giudici, accogliendo la tesi della difesa, hanno disposto l’annullamento senza rinvio, rimettendo in libertà l’indagato che si trovava nel carcere di Cosenza.

Secondo l’accusa, Callipo avrebbe contribuito, pur senza farne formalmente parte, al rafforzamento della “locale” di ‘ndrangheta di San Gregorio, Fiarè-Razionale-Gasparro, e della ‘ndrina di Pizzo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER