Gara aeroporti, ammessi solo Ase e Sacal. iGreco resta fuori

L'aeroporto dello Stretto a Reggio Calabria
L’aeroporto dello Stretto a Reggio Calabria

“L’Ente nazionale per l’aviazione civile, all’esito delle verifiche sulle domande di partecipazione e sulla correlata documentazione amministrativa prodotta dalle società che hanno presentato la domanda di partecipazione, rende noto che le società ammesse alla gara ad evidenza pubblica bandita dall’Enac per l’affidamento della concessione trentennale della gestione totale degli Aeroporti di Reggio Calabria e di Crotone, sono Ase Spa e Sacal Spa.

Il Rup (Responsabile unico del procedimento) ha già inviato le relative comunicazioni alle società interessate.

I lavori proseguiranno con la seduta pubblica convocata per domani, del 10 novembre, per la verifica, da parte del Rup, della completezza delle offerte delle società ammesse, contenute nelle rispettive Buste B, che verranno consegnate alla commissione giudicatrice che proseguirà i lavori in sedute riservate”. Fin quì la nota dell’Enac.

Lo scorso 19 ottobre, era stata esclusa la Sagas per vizi insanabili. Dalla comunicazione di oggi, rimane fuori anche la Rti Ig Aeroporti, società che fa capo al gruppo iGreco, che si era candidata per la gestione dell’aeroporto di Crotone. Lo scalo crotonese è chiuso dal 1 novembre a seguito della decisione dell’Ente nazionale per l’aviazione civile, dopo la comunicazione della curatela fallimentare della società Sant’Anna di non poter più far fronte a esposizioni economiche.

L’Enac, nell’escludere Sagas aveva chiesto l’implementazione di documenti sia a Rti Ig Aeroporti che a Sacal, da presentarsi entro il 28 ottobre. Oggi la notizia dell’esclusione del gruppo iGreco. In campo rimangono dunque l’Asa, società operante nel ciclo dei rifiuti e la Sacal, gestore dello scalo di Lamezia Terme. L’aeroporto di Crotone riaprirà all’esito della gara e completate tutte le formalità per la concessione trentennale, come assicurato dal presidente Enac Vito Riggio al governatore della Calabria Oliverio.