Scoperte nel reggino piantagioni di marijuana per oltre 500 mila euro

piantagione marijuana

Due importanti ritrovamenti di canapa indiana per un valore sulla piazza di spaccio di oltre 500 mila euro sono stati fatti dai carabinieri a Gioia Tauro e Rosarno, in provincia di Reggio Calabria. Le scoperte, ormai quotidiane, sono state fatte nell’ambito di servizi finalizzati al rinvenimento di piantagioni di droga predisposti dalla compagnia carabinieri di Gioia Tauro diretta dal capitano Gabriele Lombardo sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi.

A Gioia, in località Contrada Cicerna, i militari supportati dallo Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, e dal Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno rinvenuto e sequestrato una piantagione di marijuana, realizzata all’interno di un terreno abbandonato ubicato nelle adiacenze del termovalorizzatore.

La coltivazione era composta da circa 400 piante di canapa indiana del tipo olandese nana dell’ altezza media di mezzo metro in pieno stato vegetativo.

La piantagione era stata occultata tra la fitta vegetazione ed è stata rinvenuta a conclusione di una vasta attività di rastrellamento. Lo stupefacente, il cui peso complessivo è stato stimato in circa 350 chilogrammi, avrebbe fruttato sul mercato della droga profitti sino ad un importo superiore ad 500 mila euro.

A Rosarno, invece, i militari della locale tenenza, col supporto del 14° Battaglione Calabria di Vibo Valentia, hanno scoperto una piantagione, abilmente occultata all’interno di uno stabile ormai abbandonato da tempo, composta da oltre 100 piante di canapa, sempre del tipo olandese nana, coltivate all’interno di vasi in plastica.

Nel corso della perquisizione i militari hanno rinvenuto e sequestrato anche 200 grammi di hashish divisi in due panetti. Le piante, il cui peso complessivo è stato stimato in circa 5 chili, avrebbero fruttato sul mercato della droga illeciti profitti sino ad un importo superiore ad 10 mila euro.