Andromeda, si costituisce “Onore e Dignità” alias Torcasio “Giappone”

Squadra Mobile Questura CatanzaroSi è costituito negli uffici della Squadra Mobile di Catanzaro, Vincenzo Torcasio, 39 anni, detto “U Giappone”. Si era sottratto all’arresto, nei giorni scorsi, all’esecuzione del provvedimento cautelare emesso dal Gip, su proposta della Dda di Catanzaro, nell’ambito dell’operazione Andromeda 2.

All’uomo, che risultava già destinatario del provvedimento cautelare relativo all’operazione “Andromeda” eseguita dalla Squadra Mobile di Catanzaro il 14 maggio 2015 in quanto ritenuto responsabile di associazione per delinquere di stampo mafioso e concorso in omicidio aggravato dalle modalità mafiose, aveva riportato una condanna inflittagli il 14 febbraio alla pena di anni 30 di reclusione. Per questo gli è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Vincenzo Torcasio è stato condannato alla pena di anni 30 di reclusione per omicidio, e nei giorni scorsi è balzato agli onori della cronaca in quanto alcuni organi di stampa hanno pubblicato articoli relativi ad un seguitissimo profilo Facebook denominato “Onore e Dignità”, apparentemente a lui riconducibile, attraverso il quale vengono lamentate presunte deviazioni e malfunzionamenti della Giustizia e del sistema carcerario nel Paese in particolare con vari post di sprezzante critica rispetto alla sentenza del processo “Andromeda” che, in un breve lasso di tempo, sono stati a più riprese condivisi.