Catanzaro, ucciso Mezzatesta, fratello dell’autore della mattanza a Decollatura

Gregorio Mezzatesta
La vittima, Gregorio Mezzatesta (Fb)

Omicidio stamattina a Catanzaro, nel centro della città. La vittima, Gregorio Mezzatesta, 54 anni dipendente delle Ferrovie della Calabria, era il fratello di Domenico Mezzatesta, l’uomo che nel gennaio del 2013 si rese responsabile di un duplice omicidio a Decollatura.

Contro Mezzatesta è stato teso un agguato al suo arrivo in auto sul luogo di lavoro, in via Milano, dove è ubicata la sede delle Ferrovie della Calabria. L’assassino, armato di pistola, era a bordo di una moto, mezzo a bordo del quale si è subito allontanato.

La vittima designata è morta all’istante. Gli investigatori non escludono un collegamento tra l’assassinio di Gregorio Mezzatesta ed il duplice omicidio di cui è accusato il fratello insieme al nipote Giovanni.

luogo omicidio Gregorio Mezzatesta
L’area delle Ferrovie della Calabria dov’è avvenuto l’omicidio di Gregorio Mezzatesta

Crimine avvenuto a Decollatura il 19 gennaio 2013 nel bar del Renventino in cui rimasero uccisi di Giovanni Vescio e Francesco Iannazzo. L’esecuzione fu ripresa dalle telecamere del bar dove si vedono i killer, che si ritiene siano i Mezzatesta, sparare contro i due seduti al  tavolino del bar.

Domenico, condannato insieme al figlio Giovanni Mezzatesta all’ergastolo, si diede alla latitanza e si costituì ai carabinieri di Catanzaro nell’ottobre 2014.

Ad accompagnarlo dai militari fu l’avvocato Francesco Pagliuso, il legale che riuscì a far poi annullare l’ergastolo. Pagliuso fu poi ucciso a Lamezia Terme la sera del 9 agosto del 2016 in circostanze che sono ancora avvolte nel mistero.