Paola, picchia e violenta l'ex moglie. Arrestato

Paola, picchia e violenta ex moglie. Arrestato titolare di un bar a BelvedereHa minacciato, picchiato e violentato la ex moglie – in tre occasioni davanti alla figlia maggiorenne – sin dal momento della separazione. Una storia di abusi che andava avanti da tempo, fino a quando la donna, esausta, ha deciso di dire basta e sporgere denuncia contro l’ex coniuge, V.F., un commerciante di 51 anni che è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Paola.

L’accusa contro il presunto aggressore, è violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, lesioni e porto abusivo di un coltello usato in una delle violenze sessuali.

La donna sarebbe stata costretta a subire violenze di ogni genere da parte dell’ex marito dal giorno della loro separazione con ingiurie, lesioni personali ed episodi di violenza sessuale che, in almeno tre occasioni, si sono svolte anche in presenza della figlia maggiore della coppia. In una circostanza anche con l’uso di un coltello, con cui l’ex consorte minacciava di morte la donna.

Ieri, a seguito dell’ennesimo episodio di violenza e minaccia aggravata anche con l’uso di un coltello, la donna si è recata al Commissariato di Polizia di Paola, dove è stata ascoltata da personale specializzato a trattare casi specifici come quello esposto dalla donna. La vittima è stata soccorsa dai sanitari.

Subito dopo, sono scattate le ricerche dell’uomo, titolare di un bar a Belvedere Marittimo, dove è stato rintracciato e sottoposto a perquisizione personale. La perquisizione è stata estesa anche all’autovettura di proprietà dell’uomo, al cui interno veniva rinvenuto un coltello corrispondente a quello descritto dalla donna.

L’uomo è stato pertanto arrestato e posto a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente, nella persona del sostituto procuratore della Repubblica di Paola, Maria Camodeca, che ne ha disposto l’accompagnamento presso la Casa Circondariale di Paola.