Come passare le feste in sicurezza senza botti: il decalogo

botti inesplosi incidenti NataleAnche quest’anno, per le festività natalizie e di fine anno, al fine di evitare incidenti e trascorrere i momenti di divertimento in completa sicurezza, i carabinieri forniscono una serie di consigli sulla specifica problematica.

Sarebbe meglio non utilizzare botti. Ma se proprio si utilizzano, prima dell’acquisto di ogni prodotto pirotecnico, bisogna leggere attentamente le istruzioni, evitando di comprarlo, se le stesse non sono chiare. Sull’etichetta deve essere sempre riportata la categoria di appartenenza e l’indicazione del divieto di vendita per i minori di 14 anni.

I fuochi artificiali che hanno un più elevato indice di pericolosità sono quelli normalmente chiamati “botti” ad effetto scoppiante come i rauti, i petardi, ed i razzi. Inoltre è sempre importante:
-scegliere una rivendita conosciuta a cui chiedere anche indicazioni sul prodotto più adatto all’utilizzo desiderato;

-non comprare fuochi di artificio sprovvisti di una chiara e completa etichetta in quanto sono illegali e potrebbero accendersi accidentalmente per frizione o sfregamento;
-evitare acquisti in bancarelle improvvisate;
-non avvicinare i prodotti a fonti di calore durante il trasporto;

-conservare il materiale in luoghi asciutti e lontano dalla portata dei bambini che non devono maneggiare fuochi di alcun tipo(anche le apparentemente più innocue “stelline” pirotecniche possono, se maneggiate senza le dovute attenzioni, causare lesioni importanti);
-seguire le istruzioni riportate sull’etichetta o sugli eventuali fogli illustrativi che accompagnano il prodotto;

-non maneggiare mai fuochi di artificio in prossimità di fiamme libere di qualsiasi tipo (comprese le sigarette accese) e non collocarli né utilizzarli in prossimità di liquidi o contenitori di gas o altre sostanze infiammabili(tende, divani, tappeti, sterpaglie secche, etc.);
-non dirigere mai un fuoco artificiale in direzione delle persone o, in caso in cui l’effetto pirotecnico preveda la proiezione a distanza (come per i razzi), anche di costruzioni e luoghi a rischio di incendio, come fabbriche e boschi;
-utilizzare sempre un solo prodotto alla volta;
-evitare l’accensione in caso di vento;

-non indossare mai al momento dell’accensione giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive;
-accendere,senza tenere il fuoco pirotecnico in mano, l’estremità della micciastando sempre di latonon avvicinando il viso e/o parti del corpo e raggiungendo subito la distanza di sicurezza prevista nelle istruzioni;

-in caso di mancato funzionamento o funzionamento parziale, non tentare mai di riaccendere il prodotto:
-non tentare mai di accendere prodotti non accesi trovati per strada tanto meno raccogliere da terra fuochi artificiali apparentemente inesplosi poiché potrebbero comunque attivarsi causando gravi danni. Infine in caso di rinvenimento di fuochi inesplosi per terra bisogna allontanarsi dalla zona e segnalare la loro presenza alle forze di Polizia per l’intervento di personale specializzato: gli artificieri per l’Arma dei Carabinieri.

Per ulteriori approfondimenti può essere consultato il sito www.carabinieri.it oppure rivolgersi al 112 del Pronto Intervento o presso le Stazioni Carabinieri ubicate in tutto il territorio della Provincia.