Altomonte, consegnato il palazzetto dello sport alla parrocchia

Mons. Savino, il sindaco Lateano e l'assessore Vitiritti
Mons. Savino, il sindaco Lateano e l’assessore Vitiritti all’inaugurazione del palasport di Altomonte

Alla presenza del Vescovo della Diocesi di Cassano, Mons. Francesco Savino, del Sindaco di Altomonte Giuseppe Lateano, dell’Assessore allo Sport Michele Vitiritti, del Consigliere provinciale Vincenzo Tamburi, del responsabile della Federazione Italiana Tennis (FIT) regionale Giuseppe Lappano e di altre autorità civili e religiose, è stato consegnato alla Parroco della Parrocchia di Santa Maria della Consolazione Anatole Tshimanga Milambo, il Palazzetto dello Sport.

L’area dove sorge l’impianto sportivo, è ubicato ai margini di una frazione comunale di Altomonte denominata “Casello”. La zona oggi rappresenta una delle più popolose della cittadina e presenta altre strutture pubbliche tra cui la Chiesa dell’Immacolata Concezione, la Scuola comunale e il Parco Naturalistico “G. De Rosa”, con aree attrezzate per la pesca sportiva e percorsi benessere.

L’assessore allo Sport Michele Vitiritti definisce “un avvenimento importante per la comunità di Altomonte e per i giovani amanti dello sport. Inoltre, l’Assessore spiega come la collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria della Consolazione e con il suo Parroco, mira a produrre attraverso il centro sportivo un polo di aggregazione multifunzionale per favorire tutte le attività di carattere sociale, di contrasto alle devianze, dipendenze e tossicodipendenze nonché di prevenzione della microcriminalità, bullismo e teppismo.

La consegna del palazzetto dello sport, come è stato sottolineato Mons. Francesco Savino, dopo la cerimonia di benedizione della struttura, ha lo scopo non solo di organizzare attività sportive e ludiche per i giovani di Altomonte, ma grazie alla cooperazione dei parroci e della comunità altomontese si propone come luogo di aggregazione, nel quale creare un clima favorevole per incentivare un progetto di educazione alla fede, in cui tutta la comunità, la famiglia e i giovani stessi possono essere protagonisti responsabili.

La manifestazione si è conclusa con l’esibizione sportiva deli ragazzi del CSI (Centro Sportivo Italiano) dell’Oratorio di Altomonte, della Scuola calcio “Gigi Meroni” e del Circolo tennis di Altomonte.