Rinvenute armi e munizioni nella Locride

Il fucile a canne mozze e le munizioni trovati a Caulonia marina
Il fucile a canne mozze e le munizioni trovati a Caulonia marina

Continuano senza sosta i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzati alla repressione dei reati attinenti le armi e gli stupefacenti, effettuati con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Cacciatori” di Vibo Valentia.

Negli ultimi giorni, i Carabinieri sono stati impiegati in numerosi rastrellamenti nelle aree più impervie del comuni aspromontani della locride, e in particolare in quelli ricadenti nella cosiddetta “Vallata dell’Allaro”.
Sono stati passati a setaccio numerosi terreni, casolari abbandonati e vecchi ovili ispezionando altresì pozzi e anfratti naturali.

All’esito di tali controlli, i Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina hanno rinvenuto, in un terreno demaniale accessibile a chiunque, all’interno di una botola che dà accesso ad una condotta dell’impianto idrico del consorzio di bonifica, 1 fucile a canne mozze con matricola abrasa, oltre 100 munizioni e 1 mefisto.
Il materiale rinvenuto, in buono stato di conservazione, è stato sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’A.G. per tutti i successivi accertamenti.