Armi e munizioni in cantina, due arresti a Reggio Calabria

armi e arrestati Reggio Calabria
Le armi e le munizioni trovate a Reggio. Nei riquadri, dall’alto Massimiliano Latini e Francesco Toscano

Due persone, Francesco Toscano, di 37 anni, e Massimiliano Latini, di 39, entrambi reggini, sono stati arrestati in flagranza ieri pomeriggio dai carabinieri dell’Aliquota radiomobile del Norm di Reggio Calabria, per detenzione di armi e munizionamento.

I militari, a seguito di una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione di Toscano, hanno esteso l’attività anche ad una cantina di pertinenza dell’abitazione le cui chiavi erano in possesso dei soli due arrestati.

Il personale diretto dal tenente Alessandro Bui all’interno della cantina, ha rinvenuto e sequestrato un fucile mitragliatore, una mitraglietta alterata, due carabine, diversi caricatori e oltre 40 proiettili.

I due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Arghillà, così come disposto dal pm di turno dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria.

Il sequestro posto in essere rientra nelle attività di contrasto alla criminalità diffusa che il Comando provinciale di Reggio Calabria, di concerto con la Questura di Reggio Calabria, sta svolgendo negli agglomerati urbani della città.