Calabria tra regioni con più bassa percentuale di reati informatici

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

attacco hackerLa Calabria, con una denuncia all’autorità giudiziaria ogni 472 abitanti, è tra le regioni con la più bassa densità di reati informatici (quarto posto in Italia), con Crotone (1/663) al 7mo posto tra le province più virtuose.

È quanto emerge da un’analisi condotta da Das, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, che con “Difesa Web” assiste in giudizio i cittadini vittime di frodi informatiche e fornisce strumenti di monitoraggio per prevenire furti d’identità e altre truffe online.

Das rileva una bassa densità di crimini informatici anche a Cosenza (una denuncia ogni 539 abitanti) e Catanzaro (1/468). Il fenomeno risulta più diffuso a Reggio Calabria (1/416) e a Vibo Valentia (1/357), che in regione registra la più elevata densità di questi crimini. Tra il 2010 e il 2015 il numero di denunce per reati informatici è quasi raddoppiato a Vibo Valentia (+86%) mentre è cresciuto del 46% a Cosenza. Incrementi più contenuti a Catanzaro (+31%), Reggio Calabria (+25%) e Crotone (+5%).

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb