‘Ndrangheta, arrestati ex sindaco di Taurianova Romeo ed ex assessore

Carlomagno campagna novembre 2018
Domenico Romeo ex sindaco di Taurianova
Domenico Romeo ex sindaco di Taurianova

REGGIO CALABRIA – Tra gli arrestati dell’operazione “Terramara – Closed” portata a termine questa mattina dai carabinieri del comando provinciale e dagli investigatori della squadra mobile della Questura di Reggio Calabria, figurano Domenico Romeo, già sindaco di Taurianova in carica dal giugno 2007 al 5 gennaio del 2009 e dal maggio del 2011 al luglio del 2013, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, per aver favorito le cosche di Taurianova con la concessione di autorizzazioni atte a beneficiare imprese riconducibili alle cosche, e Francesco Sposato – già assessore allo Sport, Turismo e spettacolo nella prima giunta del sindaco Domenico Romeo di cui era uomo di fiducia e consigliere di minoranza nella seconda giunta Romeo – accusato di partecipazione ad associazione mafiosa (gruppo Sposato-Tallarida aderente al cartello Zagari-Viola-Fazzalari), con il ruolo di far acquisire – con azioni corruttive, abusando della sua qualifica di pubblico ufficiale – il controllo degli appalti pubblici di Taurianova alla cosca di appartenenza.

Le indagini hanno consentito di rilevare che la rottura degli equilibri tra i due uomini politici si era registrata nel momento in cui il sindaco si era opposto alla realizzazione del progetto imprenditoriale della famiglia Sposato, finalizzato all’acquisizione del controllo e gestione del cimitero di Iatrinoli di Taurianova.

L’inchiesta svela come quella amministrazione comunale avesse improntato la propria azione politico-amministrativa a soddisfare gli interessi e le istanze provenienti delle cosche della ‘ndrangheta.