Chievo-Crotone, Zenga chiede ai suoi massima concentrazione

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Walter Zenga
Walter Zenga

“Sappiamo che domenica possiamo regalarci qualcosa di straordinario, ma anche che potrebbe aprire scenari differenti”. Walter Zenga fa il pompiere alla vigilia di Chievo-Crotone. Spegne gli entusiasmi di una tifoseria che accorrerà in massa al Bentegodi di Verona dove, in caso di vittoria, il Crotone potrebbe conquistare l’aritmetica salvezza. Ancora una volta, come capita da quattro settimane, il Crotone ha scelto di andare in ritiro a Steccato di Cutro per tenere alta la concentrazione.

“Siamo pronti a tutto – dice Zenga – non dimentichiamo mai da dove veniamo ed il nostro obiettivo per il quale abbiamo lavorato seriamente senza mollare mai un centimetro. Questa è stata una settimana normalissima durante la quale ci siamo allenati con la stessa attenzione ai particolari di sempre. Siamo qui in ritiro non per scaramanzia. Non c’entra. C’entra dove stai bene e dove si riesce a lavorare con serenità e senza stress”.

Per quanto riguarda il Chievo, che ha cambiato allenatore sette giorni fa chiamando D’Anna al posto di Maran, Zenga evidenzia come “un allenatore che arriva a tre gare dalla fine e conosce bene l’ambiente nel quale ha giocato fino a poco tempo fa, dà fiducia, certezze, serenità. Loro hanno giocatori di grande esperienza. Ne cito uno per tutti: Pellissier, che mi sarebbe sempre piaciuto allenare perché incarna la professionalità e l’appartenenza. Non penso che per loro la gara con il Crotone sia l’ultima spiaggia”. Il tecnico del Crotone, questa volta non si sbilancia sulla formazione.

“Ci devo pensare – spiega – ci sono situazioni da valutare. Stiamo tutti abbastanza bene, siamo sereni. Le valutazioni le farò in queste ore. È difficile preparare qualche cosa di diverso a fine stagione. Ci sono delle certezze e si va avanti con quelle. Sono convinto che i ragazzi andranno in campo e daranno l’anima per mantenere la categoria. Mantenere la Serie A per tre anni sarebbe straordinario. A fine campionato non esiste la fatica fisica, esiste la fatica mentale, quella che porta a non saper gestire i momenti di euforia o di paura perché si perdono di vista gli obiettivi. Il Crotone ha dimostrato di saper gestire bene le paure”.

“Il mio lavoro è stato quello di arrivare a fine campionato con dei precisi principi che ora sono il mantra del Crotone. La mia serenità nasce dal fatto che ho un gruppo di calciatori che mi seguono, si allenano bene, che sono consapevoli di quello che stanno facendo e che non hanno dimenticato da dove arrivano. Ho una squadra consapevole, concentrata e serena”. A Verona il Crotone sarà seguito da quasi 2.000 tifosi provenienti anche da molte zone del Nord. “Questo – sottolinea Zenga – dimostra che abbiamo lavorato bene e fatto tappe importanti: la gente ha riconosciuto il nostro impegno. Possono esserci uno o diecimila, ma è la squadra che con il suo atteggiamento che crea entusiasmo e soddisfazione per la prestazione”.

I convocati da mister Zenga

Sono 24 i rossoblù convocati da mister Zenga per la gara contro il Chievo Verona in programma domani alle ore 15 al Bentegodi. 

1 Cordaz
3 Festa
5 Stoian
6 Rohden
7 Ceccherini
9 Nalini
10 Barberis
11 Ricci
13 Izco
19 Diaby
20 Pavlovic
21 Zanellato
23 Capuano
29 Trotta
31 Sampirisi
32 Tumminello
34 Simić
38 Mandragora
37 Faraoni
78 Viscovo
87 Martella
89 Crociata
93 Ajeti
99 Simy

Indisponibili: Benali, Budimir;
Diffidati: Ceccherini, Ricci.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM