Rimborsi gonfiati, arrestati sindaco e due consiglieri nel Reggino

Oltre venti indagati a Palizzi, nel reggino. Si liquidavano anche prestazioni mai eseguite. Tra le accuse abuso d’ufficio, peculato, concussione e corruzione

Carlomagno Panda Settembre 2018

blitz carabinieri
PALIZZI (REGGIO CALABRIA). È in corso dalle prime ore di questa mattina un’operazione del Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria, in esecuzione di provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di quattro persone ritenuti responsabili a vario titolo – con la complicità di altre 21 persone – dei reati di abuso d’ufficio, peculato, concussione, corruzione e induzione indebita a dare o promettere utilità, falsità ideologica, tentata truffa ai danni dello Stato.

Tra i destinatari della misura, il sindaco Arturo Walter Scerbo, di 56 anni, e due sono consiglieri comunali di Palizzi (Reggio Calabria), di cui al momento non è stata resa nota l’identità.

I tre amministratori pubblici, con la complicità di altri indagati, fra i quali consiglieri dimissionari e dipendenti comunali, avrebbero ripetutamente attinto alle casse del Comune emettendo mandati di pagamento per rimborsi spese gonfiati a proprio favore, per liquidare a terzi prestazioni mai eseguite ovvero per prestazioni diverse da quelle per cui i fondi erano stanziati. Le indagini hanno accertato che il danno procurato all’Amministrazione comunale è di circa 340mila euro.