Sicurezza, Salvini invia rinforzi in Calabria: 230 tra poliziotti e carabinieri

Carlomagno campagna novembre 2018
Matteo Salvini al Senato
Matteo Salvini al Senato (Lapresse)

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini invia rinforzi in Calabria per la sicurezza nella regione. Entro febbraio 2019 le questure calabresi avranno 131 agenti in più. In particolare, comunica il Viminale, arriveranno 36 poliziotti nella provincia di Catanzaro, 8 per la provincia di Cosenza, 30 in provincia di Crotone, 27 in provincia di Reggio Calabria, 30 in provincia di Vibo Valentia.

Attualmente in regione prestano servizio 4.169 unità della Polizia di Stato di cui 153 nei ruoli tecnici. A questi si aggiungono 6.320 appartenenti all’Arma dei carabinieri e 2.563 finanzieri. Inoltre, entro l’anno l’Arma dei Carabinieri invierà al Comando Legione Calabria 99 militari.

Ad oggi il rapporto forze di polizia-popolazione è di 1/151 a fronte di una media nazionale di 1/236. In particolare nel piano di riorganizzazione delle questure gli organici saranno così modificati: Reggio Calabria da 1.044 a 1.098, Catanzaro da 391 a 503; Cosenza da 402 a 478, Crotone da 264 a 420; Vibo Valentia da 237 a 327.

“Voglio rafforzare tutte le questure d’Italia – spiega il ministro dell’Interno Matteo Salvini -. Dopo il comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza fatto a San Luca a Ferragosto, voglio confermare la continua attenzione del Viminale nei confronti della Calabria. Il mio obiettivo è incrementare ulteriormente il numero di donne e uomini in divisa, anche in questa regione, grazie al piano di assunzioni del governo: prevediamo circa 8mila nuovi ingressi. Sempre a proposito di Calabria, colgo l’occasione per ringraziare gli amministratori locali e le Forze dell’Ordine che svolgono con eccezionale rigore e professionalità il proprio dovere: il Viminale non intende abbandonarvi”.