Lamezia, beni confiscati a membri del clan Giampà

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

guardia-di-finanzaBeni per oltre 450.000 euro, tra cui due ville, sono stati confiscati a Lamezia Terme dalla Guardia di Finanza a due esponenti di una cosca di ‘ndrangheta. Il provvedimento ha riguardato anche l’applicazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza a carico dei due, indiziati di appartenere ad una agguerrita organizzazione criminale operante nella città calabrese.

La confisca ha riguardato, oltre alle due ville, un appezzamento di terreno e tre autovetture. L’operazione è stata coordinata dalla Dda di Catanzaro. Destinatari del provvedimento sono i coniugi Giuseppe Notarianni e Carmen Bonafe’, legati, secondo gli inquirenti, alla cosca Giampà.

Gli accertamenti patrimoniali delle Fiamme Gialle avrebbero dimostrato che i beni loro riconducibili erano di valore del tutto sproporzionato ed ingiustificato rispetto ai redditi dichiarati ed al tenore di vita mantenuto dalla coppia.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM