Catanzaro, rapina a una stazione di servizio: un fermo

Carlomagno campagna ottobre 2018

È durata appena 6 giorni la fuga dell’uomo che mercoledì scorso aveva messo a segno una rapina a mano armata ai danni di un distributore di carburanti del quartiere Ponte Piccolo di Catanzaro, asportando 1.200 euro dal registratore di cassa.

I Carabinieri della Compagnia di Catanzaro avevano, sin da subito, stretto il cerchio attorno al sospettato ma lui, A.T., 42enne siciliano, con precedenti, da tempo dimorante nel catanzarese, si era già allontanato dal capoluogo, rendendosi di fatto irreperibile.

L’uomo, ricercato ormai da giorni, è stato intercettato nel pomeriggio di ieri nel Comune di Lamezia Terme, nelle vicinanze della Stazione ferroviaria da dove avrebbe potuto rapidamente far perdere definitivamente le sue tracce.

In considerazione della gravità del fatto, degli indizi acquisiti e del concreto pericolo della sua fuga, A.T. è stato quindi sottoposto a fermo di indiziato di delitto d’iniziativa della polizia giudiziaria e, conclusi gli accertamenti di rito, accompagnato in custodia presso le locali camere di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida che si terrà verosimilmente nella giornata di giovedì.