Sorpresi con 130 grammi di eroina, arrestati zio e nipote

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019

Due persone, zio e nipote, entrambi già noti, sono stati arrestati e condotti in carcere dai finanzieri di Lamezia Terme con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.

Durante i controlli nel quartiere lametino Capizzaglie, i militari hanno intimato l’alt ai due soggetti che viaggiavano a bordo di una Renault Scenic. In quel momento uno degli occupanti del veicolo ha aperto furtivamente lo sportello, tentando di lasciar cadere sul manto stradale due piccoli oggetti. Il gesto non è sfuggito ai finanzieri che hanno recuperato due involucri contenenti rispettivamente 108 grammi e 22 grammi di eroina.

Sono immediatamente scattate le perquisizioni presso le abitazioni dei fermati, dove sono stati rinvenuti due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente. Per i due sono così scattate le manette.

Gli arrestati sono Pasquale Iannelli, di 58 anni, e il nipote Salvatore D’Agostino, di 32, entrambi coinvolti in passato in inchieste sulla criminalità organizzata. D’Agostino era stato arrestato nei mesi scorsi nell’ambito dell’operazione coordinata dalla Dda di Catanzaro denominata “Crisalide 3” e poi rimesso in libertà dal Tribunale della libertà.