Hacker entra nel profilo Facebook di Mario Occhiuto


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Hacker entra nel profilo Facebook di Mario Occhiuto
Mario Occhiuto

Uno dei profili Facebook di Mario Occhiuto, ex sindaco azzurro di Cosenza e ricandidato alla carica di primo cittadino alle prossime amministrative, è stato attaccato da hacker ed oscurato.

Lo ha reso noto, in un altro suo profilo, lo stesso Occhiuto decaduto dalla carica per la dimissione della maggioranza dei consiglieri comunali, tra i quali tre del suo partito.

“La delinquenza digitale – ha scritto l’ex primo cittadino – non è dissimile da quella ordinaria: usa le ombre e l’anonimato per colpire le libertà e la legalità. A questi giovani mercenari travestiti da informatici vorrei dire che non basta l’abilità nella distruzione per cambiare il mondo.

Al contrario occorre essere abili nella costruzione degli algoritmi della felicità e della bellezza sociale. Ed è quello che ho fatto come Sindaco di questa città e continuerò a fare come candidato alla poltrona di primo cittadino della mia Cosenza”. “Qualcuno quindi – ha aggiunto Occhiuto – continua a distruggere. Io continuo a costruire”.

“Io alla luce del sole, altri nel buio e nell’anonimato di una vita che non riuscite evidentemente a trasformare in un’occasione di rilancio del vostro futuro. Peccato. Paradossalmente rispetto gli hacker”.

“Ma quelli felici con un pathos legato alla democrazia digitale e con una missione nobile. Gli hacker mercenari fanno parte di quella visione che batteremo nelle urne il prossimo 5 giugno. E li faremo restare nell’ombra come i loro eventuali padroni in giacca e cravatta”.

In altre occasioni all’ex sindaco è stato duplicato l’account di Facebook, subito chiusi dalla Polizia, con tanto di foto ufficiale e post “istituzionali”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER