Hacker entra nel profilo Facebook di Mario Occhiuto

Carlomagno campagna novembre 2018
Hacker entra nel profilo Facebook di Mario Occhiuto
Mario Occhiuto

Uno dei profili Facebook di Mario Occhiuto, ex sindaco azzurro di Cosenza e ricandidato alla carica di primo cittadino alle prossime amministrative, è stato attaccato da hacker ed oscurato.

Lo ha reso noto, in un altro suo profilo, lo stesso Occhiuto decaduto dalla carica per la dimissione della maggioranza dei consiglieri comunali, tra i quali tre del suo partito.

“La delinquenza digitale – ha scritto l’ex primo cittadino – non è dissimile da quella ordinaria: usa le ombre e l’anonimato per colpire le libertà e la legalità. A questi giovani mercenari travestiti da informatici vorrei dire che non basta l’abilità nella distruzione per cambiare il mondo.

Al contrario occorre essere abili nella costruzione degli algoritmi della felicità e della bellezza sociale. Ed è quello che ho fatto come Sindaco di questa città e continuerò a fare come candidato alla poltrona di primo cittadino della mia Cosenza”. “Qualcuno quindi – ha aggiunto Occhiuto – continua a distruggere. Io continuo a costruire”.

“Io alla luce del sole, altri nel buio e nell’anonimato di una vita che non riuscite evidentemente a trasformare in un’occasione di rilancio del vostro futuro. Peccato. Paradossalmente rispetto gli hacker”.

“Ma quelli felici con un pathos legato alla democrazia digitale e con una missione nobile. Gli hacker mercenari fanno parte di quella visione che batteremo nelle urne il prossimo 5 giugno. E li faremo restare nell’ombra come i loro eventuali padroni in giacca e cravatta”.

In altre occasioni all’ex sindaco è stato duplicato l’account di Facebook, subito chiusi dalla Polizia, con tanto di foto ufficiale e post “istituzionali”.