Armi e munizioni in casa, arrestato un 48enne di Cosenza

Carlomagno campagna ottobre 2018

armi rende cosenzaI carabinieri della compagnia di Rende, supportati da unità cinofile di Vibo Valentia, hanno arrestato ieri sera un 48enne di Cosenza, con numerosi precedenti, con l’accusa di detenzione illegale di armi clandestine e munizionamento, nonché ricettazione.

I militari, nel corso di controlli straordinari del territorio, svolti nell’ambito del piano “focus ‘ndrangheta”, hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di proprietà dell’uomo, sita nel centro storico di Rende.

Nonostante le grandi dimensioni dell’abitazione e del terreno circostante, il personale dell’Arma, grazie all’aiuto del cane “Hank”, un pastore tedesco addestrato per la ricerca di armi ed esplosivi, sono riusciti a trovare, occultate all’interno di un borsone sotterrato tra i cumuli di cenere di un forno a legna una pistola calibro 22 con matricola abrasa, completa di 66 colpi (di cui 8 nel serbatoio); una pistola calibro 380 automatica con matricola abrasa, completa di 48 colpi e una carabina ad aria compressa risultata, dai successivi accertamenti, rubata durante una rapina in abitazione, consumata in Rende nel 2014, in danno di un 72enne di San Fili.

Le armi ed il relativo munizionamento, sono state sottoposte a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere cosentino di viale Mancini a Cosenza.