Cambio al vertice della Guardia di finanza di Cosenza

Dopo quattro anni, il Colonnello Marco Grazioli lascia il Comando Provinciale di Cosenza e passa le consegne al Colonnello Danilo Nastasi

Carlomagno campagna Jeep Compass Ottobre 2019
Guardia di finanza Cosenza
La sede della Guardia di Finanza di Cosenza

Dopo quattro anni, il Colonnello Marco Grazioli lascia il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza e passa le consegne al Colonnello Danilo Nastasi.

Alla presenza del Comandante Regionale Calabria, Generale di Divisione Fabio Contini e di tutto il personale, i due Ufficiali si sono avvicendati nel prestigioso e delicato incarico.
Il Colonnello Grazioli, destinato al Comando Regionale Calabria quale Capo di Stato Maggiore, ha salutato i militari presenti, ringraziando per la preziosa collaborazione fornita e gli importanti risultanti raggiunti ed esortando a proseguire nell’impegno profuso con serenità, determinazione e spirito di servizio.

Un ringraziamento particolare è stato espresso nei confronti di tutte le Autorità locali, in
particolare a S.E. il Prefetto di Cosenza, all’Autorità Giudiziaria, al Sig. Questore ed al
Comandante dell’Arma dei Carabinieri, al Presidente della Provincia di Cosenza ed al Sindaco di Cosenza.

Anni intensi e ricchi di soddisfazioni, condivisi in una continua comunione di intenti al servizio del Paese e della meravigliosa “terra calabra”.

Il Colonnello Danilo Nastasi è originario di Milazzo (Messina) e proviene da Varese, dove negli ultimi anni ha retto il comando del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria.

Nel corso della sua carriera, dopo aver frequentato l’Accademia del Corpo, ha svolto numerosi incarichi operativi presso il Nucleo P.E.F. di Firenze, la Compagnia di Bergamo, il Nucleo di Polizia Valutaria alla sede di Milano e la Direzione Investigativa Antimafia di Messina.

Il Colonnello Nastasi ha manifestato l’’impegno di continuare nell’efficace opera di servizio e di armonica cooperazione istituzionale che contraddistingue la provincia cosentina, finalizzata al perseguimento dell’interesse pubblico e delle esigenze di legalità dei cittadini.

Il Comandante Regionale ha concluso la breve ma significativa cerimonia richiamando i
caratteri essenziali dei due Ufficiali, augurando un buon lavoro ed il raggiungimento di
importanti risultati di servizio a favore dell’intera popolazione calabrese.