Dalla notte di sabato 24 il ‘coprifuoco’ notturno in Calabria

Secondo l'ordinanza Spirlì sarà comunque consentito il rientro a casa per gli avventori dei locali che chiuderanno alle ore 24. Per circolare da mezzanotte alle 5 è necessaria una autocertificazione in cui si motivano le esigenze

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Scatteranno da sabato notte, a partire dalle ore 24 fino alle 5 del mattino, le nuove norme restrittive sugli spostamenti in tutto il territorio regionale calabrese.
La disposizione è inserita nell’ordinanza firmata ieri dal presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì.

Nel provvedimento, al punto 7, si specifica che “non sono consentiti spostamenti su tutto il territorio regionale, dalle ore 24 alle ore 5 del giorno successivo”.

L’ordinanza resterà in vigore fino al prossimo 13 novembre. Secondo l’ordinanza sarà comunque consentito il rientro a casa per gli avventori dei locali che chiuderanno alle ore 24.

La circolazione in questa fascia oraria sarà consentita solo per esigenze di lavoro, per stati di necessità o per esigenze di salute. Occorre portare con se un’autocertificazione su cui si dichiarano i motivi dell’uscita.

Con questa ulteriore restrizione notturna il governo regionale intende contenere la diffusione del cosiddetto contagio del virus. Il timore sono gli assembramenti dei giovani.

Scarica l’ordinanza

Scarica l’autocertificazione

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB