Aveva in casa machete e pugnali, denunciato dopo aggressione a ex moglie


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

È andato sotto casa dell’ex moglie e ha inveito contro di lei e i suoi familiari prendendo a pugni il portone dell’abitazione ma è stato fermato dai carabinieri che gli hanno trovato in casa un arsenale di armi bianche (machete e pugnali). Un uomo, di 48 anni, noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Corigliano per detenzione abusiva di armi.

L’uomo si è presentato sotto casa dell’ex moglie a Schiavonea e ha aggredito verbalmente lei ed i suoi familiari, che hanno allertato i carabinieri. Giunti sul posto i militari sono riusciti a fermare il quarantottenne procedendo ad una perquisizione personale senza trovare nulla.

Dopo averlo allontanato dalla casa della donna, i carabinieri sono andati nell’abitazione dell’uomo per una perquisizione e hanno trovato tre machete, di cui uno con una lama di circa 70 centimetri, tre pugnali ed uno stiletto mai denunciate alle autorità. Le armi sono state sequestrate mentre la donna si è riservata di presentare denuncia ai carabinieri per gli atti persecutori subiti da mesi dall’ex marito.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER